IDM Südtirol - Alto Adige

IDM punta sull’internazionalizzazione del turismo altoatesino con diverse iniziative

L’Alto Adige e i “nuovi” ospiti

Quando: 21/03/2019
Le montagne e la gastronomia altoatesina sono state al centro della serata che IDM Alto Adige e Dolomiti Superski hanno organizzato ieri a Stoccolma. All’evento nel punto vendita di Eataly sono stati invitati i rappresentanti di diversi tour operator locali: è a loro, infatti, che IDM si rivolge in Scandinavia con l’intento di internazionalizzare il turismo altoatesino. Oltre alle attività rivolte ai tour operator, IDM promuove l’Alto Adige nei mercati internazionali attraverso diverse iniziative, come le campagne marketing e le attività pr.
Le attività sui mercati internazionali di IDM intendono aumentare la porzione di turisti che non provengono da Germania, Austria, Svizzera e dal resto d’Italia. Sebbene gli arrivi di turisti dai mercati emergenti siano aumentati del 67% negli ultimi dieci anni raggiungendo quota 911.244 nel 2018, c’è ancora una forte dipendenza dai quattro mercati principali. «Per questo puntiamo a far conoscere l’Alto Adige a nuovi ospiti. Far sì che l’Alto Adige sia appetibile anche ai turisti di altri Paesi ci aiuta a dipendere meno dai mercati tradizionali e a tutelarci da eventuali flessioni al loro interno», osserva il presidente di IDM Hansi Pichler. Per raggiungere questo scopo, IDM usa tre diversi canali: le campagne marketing, le pubbliche relazioni con la stampa e gli influencer e le attività con gli operatori turistici.

Le campagne marketing di IDM e le iniziative con la stampa e gli influencer per internazionalizzare il turismo in Alto Adige si concentrano su sei mercati di sviluppo, definiti in seguito a ricerche di mercato e analisi approfondite: Francia, Belgio, Paesi Bassi, Regno Unito, Repubblica Ceca e Polonia. In questi Paesi IDM realizza delle campagne pubblicitarie legate ai temi turistici dell’Alto Adige: i temi portanti sono lo sci per l’inverno e l’escursionismo e il ciclismo per l’estate, affiancati in ciascun mercato da temi selezionati: nella campagna marketing estiva in Regno Unito, per esempio, si aggiungono l’enogastronomia e il wellness. Attraverso eventi e viaggi stampa IDM informa inoltre i giornalisti e i blogger e propone loro spunti per articoli, servizi e post, come è avvenuto nei soggiorni dell’influencer francese Bruno Maltor e dei giornalisti dell’olandese Volkskrant Magazine.

Nelle attività con i tour operator ai sei Paesi si aggiungono altri mercati: anche in Russia, negli Stati Uniti e in Scandinavia IDM punta sugli operatori turistici. In questi Paesi, infatti, diverse persone possono apprezzare l’Alto Adige, ma sono difficili da raggiungere attraverso il marketing tradizionale. «Allacciare buoni contatti con i tour operator è, invece, un ottimo modo per accedere a un nuovo mercato e raggiungere una nicchia specifica», spiega Margit Meraner, responsabile del reparto Sales Tourism di IDM. Per questo IDM organizza eventi informativi e incontri come la serata di ieri, che ha visto gli operatori turistici svedesi cimentarsi anche in una gara a base di canederli e tagliolini sotto l’occhio vigile dello chef altoatesino Philipp Fallmerayer.

L’inverno e la gastronomia dell’Alto Adige saranno al centro della scena anche a Denver, dove l’11 aprile IDM e Dolomiti Superski organizzeranno un evento con i tour operator locali specializzati in attività all’aperto. IDM favorisce l’inserimento dell’Alto Adige nei cataloghi dei tour operator internazionali attraverso queste e altre iniziative. Organizza per esempio dei “Fam Trip” che fanno conoscere l’Alto Adige ai tour operator e partecipa a incontri internazionali per i professionisti del settore, come l’Access Luxury Travel Show che si è svolto a inizio marzo a Praga e la Vakantiebeurs a fine gennaio a Utrecht.