IDM Südtirol - Alto Adige

La prima edizione online degli “Export Days” di IDM: trovare nuove opportunità di esportazione insieme agli esperti

L’export come via d’uscita dalla crisi

Quando: 29/04/2020
A partire dal 4 maggio, molte imprese che si occupano di esportazione potranno riprendere la loro attività. In questa fase è particolarmente importante definire bene la strategia per il periodo successivo al Coronavirus e pianificare i prossimi passi da seguire per uscire dalla crisi – come ad esempio portare avanti lo sviluppo strategico nei mercati in cui si è già presenti oppure conquistarne di nuovi. Chi vuole esportare in maniera redditizia deve però conoscere bene i vari mercati e sapere come muoversi. Per fornire conoscenze approfondite alle imprese altoatesine e dare loro informazioni su importanti tematiche legate all’export, il 6 e 7 maggio IDM Alto Adige organizza gli “Export Days”, quest’anno per la prima volta in versione online con le consulenze in formato digitale. L’evento è solo una delle tante manifestazioni che IDM offre online, così da supportare le aziende con informazioni e know-how anche in questo momento crisi.
Il 72% del volume di esportazioni altoatesine è destinato ad appena dieci Paesi. Nel corso degli “Export Days” i partecipanti hanno la possibilità di ricevere informazioni di prima mano proprio su questi dieci e su altrettanti Paesi. I mercati intorno ai quali ruotano le due giornate sono vicini a noi, come ad esempio Germania, Austria e Svizzera, si trovano all’interno dell’Europa, come Polonia, Francia o Scandinavia, oppure sono lontani come Cina, Canada e USA. Gli imprenditori partecipanti potranno ricevere informazioni su venti potenziali mercati durante consulenze individuali con sedici esperti internazionali e analizzare insieme a loro il potenziale dei propri prodotti e servizi all’interno di un determinato mercato. Verranno affrontate inoltre diverse tematiche legate all’export, tra cui e-commerce, diritto internazionale e trasporti e logistica.

«A causa dell’interruzione della produzione e della chiusura dei confini è al momento estremamente difficile per le aziende altoatesine pianificare il futuro. Proprio ora però è importante identificare nuove opportunità per l’export e pianificare bene i prossimi passi concreti. Con una quota significativa del PIL, l’export è un enorme pilastro dell’economia altoatesina e fondamentale per rimettersi in carreggiata dopo la crisi. L’Alto Adige ha prodotti e servizi eccellenti e ha pertanto un grande potenziale in termini di esportazioni. È importante sfruttare questo potenziale, aprendo nuove strade. Proprio per questo IDM sta lavorando a programmi innovativi, per sostenere le imprese e aumentare così la quota esportata», dichiara il direttore generale di IDM Erwin Hinteregger.


«In queste settimane, le imprese esportatrici si preoccupano principalmente di mantenere i loro attuali clienti. Spesso con i loro prodotti fanno parte di una catena di fornitura internazionale, in cui altre aziende non hanno subito nessuno o solamente un lieve arresto della produzione. Se gli acquirenti devono rivolgersi ad altri fornitori, le imprese altoatesine rischiano di perdere clienti. La riapertura di questi giorni è stata molto importante per porre rimedio a questa situazione. Al tempo stesso, è necessario individuare nuove opportunità per ampliare ulteriormente il proprio bacino di clienti e trovare nuovi segmenti di mercato. Questo è ciò che le aziende possono fare in occasione di manifestazioni come gli “Export Days” di IDM», sostiene Vera Leonardelli, direttrice del dipartimento Business Development di IDM.

Le consulenze, a cui è necessario iscriversi in anticipo, si svolgono in lingua italiana, tedesca e inglese e hanno una durata massima di 45 minuti ciascuna. La partecipazione all’evento è gratuita. I programmi di consulenza per l’ingresso e/o il rafforzamento sul mercato, che iniziano in seguito alla partecipazione agli “Export Days” e vengono creati entro il 2020, sono finanziati da IDM con un contributo dell’80%. Oltre agli “Export Days”, IDM organizza anche altri eventi online, come ad esempio i webinar sul diritto contrattuale internazionale in relazione all’emergenza Coronavirus o quelli sullo sviluppo del mercato del benessere dopo la crisi. Sono previste inoltre conferenze in formato digitale, che hanno lo scopo di permettere che gli incontri di settore si svolgano attraverso nuovi metodi.