I trend del settore alimentare al centro di un evento organizzato da IDM Alto Adige

Impulsi per alimenti competitivi

13/07/2017
Soltanto gli alimenti innovativi che tengono conto delle tendenze più attuali possono durare sul mercato. Per questo è importantissimo conoscere i trend, così come le strategie e gli strumenti più adatti a raggiungere il proprio target di riferimento. Assieme a ricercatori di tendenze internazionali, esperti e aziende di successo IDM Alto Adige ha gettato uno sguardo sul futuro del settore alimentare con un WakeUp.
Essere informati sulle ultime tendenze è molto importante per le aziende: offrono un’opportunità per comprendere le esigenze dei consumatori e capire come si orienteranno in futuro. «Viviamo in un mondo sempre più globale e digitale, sempre più interconnesso. Molti consumatori basano le loro scelte sulla provenienza e sui processi di produzione degli alimenti», osserva Mirjam Hauser, esperta di psicologia dei consumi presso la GIM Suisse, che è stata tra i relatori del Wake Up di IDM.

Dall’effetto dei megatrend alla comunicazione culinaria, dallo sviluppo di prodotti con colori e sapori apprezzati dai consumatori alle banche dati sui trend di mercato: l’evento ha lo scopo di informare le aziende altoatesine su strumenti e tecniche per avere successo nel settore alimentare di oggi e di domani. «Con la nostra iniziativa vogliamo aggiornare le imprese altoatesine attive nel settore alimentare e dare loro degli spunti per creare e proporre i loro prodotti in modo innovativo e di accrescere quindi la loro competitività», commenta Ben Schneider, coordinatore dell’Ecosystem Food di IDM.

Chi conosce gli articoli più richiesti da un determinato mercato può valutare quanto spazio ci sia per dei nuovi prodotti, quali siano i gusti della popolazione e quali siano gli ingredienti utilizzati. A tale scopo esistono delle banche dati come quella presentata da Luca Storari, Account Manager di Innova Market Insights. In collaborazione con questo istituto di ricerca IDM fornirà un nuovo servizio per le aziende del settore alimentare a partire da settembre. Rivolgendosi all’Ecosystem Food di IDM, le aziende potranno consultare la banca dati e informarsi sui latticini, prodotti da forno, snack, prodotti precotti e frutta e verdura trasformata venduti in diversi Paesi dell’Europa occidentale.

Un esempio di successo fondato sulle richieste del mercato è stato portato da Nicola Possagnoli, il fondatore di Evo Elements. Nel suo intervento ha parlato ai partecipanti dell’esperienza nella propria azienda che, allineandosi a un trend in voga e colmando un buco di mercato, produce ingredienti per la gastronomia creativa. Oltre a produrre i classici preparati per la cucina molecolare, tra gli altri addensanti e gelificanti, l’azienda realizza anche ingredienti a base di prodotti naturali. In un'altra relazione, invece, Thomas Meyer ha spiegato come usare i social media.

Durante i workshop su vendite, marketing e sviluppo del prodotto sono stati analizzati altri aspetti che contribuiscono al successo nel settore alimentare. Il designer della comunicazione Hendrik Haase e la ricercatrice di tendenze Mirjam Hauser hanno elaborato assieme ai partecipanti delle soluzioni creative per entusiasmare le persone con i propri prodotti alimentari. Nel fare questo hanno affrontato anche le analisi delle tendenze presentate nelle relazioni specialistiche del WakeUp.