IDM Südtirol - Alto Adige

Enertour

Enertour: gli oggetti prendono vita con la realtà aumentata

La stagione 2018 degli Enertour, iniziativa di IDM Alto Adige e della Fondazione Cassa di Risparmio, si apre con una grande novità presentata nel contesto della fiera Klimahouse 2018. Qui c’è stata la presentazione di un Enertour arricchito con la realtà aumentata. Grazie ad una app specifica sviluppata con il cofinanziamento FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) i partecipanti hanno potuto “interrogare” gli oggetti ed avere informazioni o vedere con occhi diversi.

Grazie al progetto FESR-GREENKIS, l’Ecosystem Energy & Environment sta lavorando per presentare e promuovere le innovazioni più significative in tema di green technologies sviluppate in Alto Adige. Fra i diversi servizi proposti è inclusa anche una nuova generazione di Enertour, con l’utilizzo della realtà aumentata. Il partecipante al tour ha in tal modo la possibilità di catturare informazioni e contenuti che non sono visibili ad occhio nudo, in quanto non più esistenti oppure perché devono essere mediati da strumenti.

Il primo tour è stato sviluppato per spiegare l'efficientamento energetico ed il bilanciamento idraulico dell'impianto di riscaldamento dell'Istituto tecnologico di Brunico. Il bilanciamento idraulico dell’impianto è un intervento rapido e poco costoso che si ripaga in poche stagioni di esercizio: permette infatti di conseguire fino al 25% di risparmio energetico, e quindi economico. Inoltre, migliora nettamente il benessere abitativo stabilizzando la temperatura nei diversi locali secondo le effettive esigenze degli utenti. Attraverso il progetto enertour l’Ecosystem Energy & Environment vuole diffondere la conoscenza di questo tipo di intervento che permette un così notevole risparmio. Durante una visita guidata però non è molto ciò che si può vedere a seguito di un intervento di bilanciamento idraulico.

Ed è proprio qui che entra in gioco la realtà aumentata: l’app è stata infatti impiegata durante questa visita guidata, dando la possibilità ai partecipanti di vedere con i loro “occhi” la stratigrafia delle pareti dell'edificio, l’effetto del bilanciamento idraulico sulla temperatura di calorifero, le modifiche apportate nel locale tecnico, i risultati in termini di energia consumata e soldi spesi.  La ditta Peintner di Brunico – che ha realizzato il bilanciamento idraulico – ha accompagnato nella visita guidata tecnici altoatesini ed esperti di altre regioni italiane, i quali hanno potuto cogliere gli aspetti innovativi di questa tecnologia e sperimentare la possibilità di “interrogare” gli oggetti, confrontando per esempio la pompa installata prima dell’intervento di efficientamento con quella ora presente nel locale tecnico. Al tour ha partecipato anche Daniel Bedin, Direttore di Ripartizione Amministrazione del Patrimonio della Provincia di Bolzano.

Per i prossimi due anni sono in programma altri tour con l’utilizzo della realtà aumentata, in tre nuove mete altrettanto significative.