IDM Südtirol - Alto Adige

Film

Reinhold Messner di nuovo in Alto Adige

„Mord am Unmöglichen“: Reinhold Messner ha chiamato così la sua ultima produzione che in questi giorni sta finendo di girare in Alto Adige. Il film, finanziato dal Fondo provinciale per le produzioni cinematografiche e televisive e supportato da IDM Alto Adige, racconta lo sviluppo dell’alpinismo dagli albori ad oggi. Messner ha girato questo progetto quasi esclusivamente in Alto Adige: l’Ortles, il Gran Zebrù, Malles, Sluderno, Brunico, San Candido, Dobbiaco e Santa Cristina sono tra le location del film, come anche il Messner Mountain Museum a Solda e la palestra d’arrampicata del Salewa Cube a Bolzano. Anche il team artistico, amministrativo e tecnico, nonché i fornitori di servizi per il cinema sono quasi unicamente altoatesini. Reinhold Messner ha scritto in prima persona la sceneggiatura della docufiction, ne cura la regia e la produce con la sua casa di produzione Dolomites Film in collaborazione con Servus TV. Oltre allo stesso Messner, tra gli interpreti ci sono suo figlio Simon Messner, che è anche direttore di produzione del film, nel ruolo di Hans Ertl, Anton Algrang nei panni di Paul Grohmann, Andreas Schäfer che interpreta Peter Salcher e Martin Plankensteiner nel ruolo di Franz Innerkofler. Il cast è completato dai giovani alpinisti Martin Dejori, Mark Oberlechner, Manuel Baumgartner, Dietmar Niederbrunner, Benjamin Pfitscher, Alex Walpoth e Titus Prinoth. La fotografia è di Hubert Schönegger, il cui assistente è Manfred Feichter; Matthias Schönegger è il fonico, mentre Ruth Ennemoser è l’organizzatrice generale. Wilfried Gufler di Albolina Film si è occupato di production service e Milena Holzknecht del montaggio.