IDM Südtirol - Alto Adige

Film Fund & Commission

3a call 2020: 9 progetti cinematografici finanziati da IDM

20.11.2020

Sono 9 i progetti finanziati da IDM Alto Adige alla 3a ed ultima call del 2020, con ben 71 giornate di riprese previste in Alto Adige. Due dei progetti provengono dalla Germania, uno dall’Austria e sei dall’Italia – di cui quattro dall’Alto Adige.

Produttori, sceneggiatori e registi, nella post-produzione e davanti la macchina da presa: nell’ultima call dell’anno dedicata al finanziamento di progetti cinematografici si celano molte maestranze altoatesine. Vengono inoltre finanziati progetti internazionali avvincenti, come il nuovo adattamento cinematografico del romanzo per bambini di Erich Kästner La classe volante (Das fliegende Klassenzimmer) della UFA Fiction di Postdam in co-produzione con Warner Bros, che ha ricevuto un finanziamento alla produzione. Tutte le riprese in esterna verranno realizzate in Alto Adige e dureranno 14 giorni. Anche la serie TV tedesca Herzogpark, del regista Jochen Alexander Freydank, ha ricevuto un finanziamento alla produzione. Oltre ad attori tedeschi di alto livello, nel cast saranno presenti anche diversi attori altoatesini. La serie televisiva verrà trasmessa su TVNOW, il servizio di streaming del gruppo RTL. 8 le giornate di riprese previste in Alto Adige, mentre ben 15 saranno le giornate dedicate alle riprese del mistery thriller Schnee. Questa serie televisiva ha già ricevuto un finanziamento da IDM alla pre-produzione e ora alla produzione.

Anche il lungometraggio lettone-italiano Sisters ha ricevuto un finanziamento alla produzione. È prodotto dalla bolzanina Albolina Film, in collaborazione con Fenixfilm Riga. Al centro del dramma, di cui anche l’Alto Adige sarà la location per quattro giorni, ci sono le sorelle Anastasia e Diana, cresciute in un orfanotrofio. Personal è il titolo del documentario dell’altoatesina Carmen Trocker, supportato da IDM in fase di produzione, presentato dalla Bagarrefilm di Castelrotto. Sono circa trenta le giornate di riprese che si svolgeranno in Alto Adige. Il dramma Rispet è il sesto progetto finanziato in fase di produzione. Il film, che racconta la storia dell’emarginato Nicola, accusato di vandalismo dagli altri abitanti del villaggio, è diretto da Cecilia Bozza Wolf, diplomata alla ZeLIG, la Scuola per il documentario, la televisione e i nuovi media di Bolzano. La regista ha contribuito anche alla stesura della sceneggiatura.

Il lungometraggio Vermiglio, della regista altoatesina Maura Delpero, è stato supportato invece nella fase di pre-produzione. Il precedente film della regista, Maternal (Hogar), si era aggiudicato quattro premi al 72° Festival di Locarno. Altoatesino è anche il regista di Ciao Ciao aus Tokyo, Martin Telser, che firma anche il treatment del documentario. Il progetto racconta di come una famiglia giapponese stia cambiando sempre più grazie al confronto con la cultura altoatesina, a loro straniera. Il progetto è realizzato dalla Ammira Film di Merano. Sempre da Merano proviene anche la Enrosadira Pictures, che si occuperà della produzione del documentario South Tyrol: The last redoubt.