IDM Südtirol - Alto Adige

Film Fund & Commission

Una performance da Oscar

14.09.2021

Quest'anno il Fondo altoatesino per l’audiovisivo festeggia il suo decimo compleanno. Un’ottima occasione quindi per fare un bilancio e celebrare questo settore economico, relativamente giovane in Alto Adige.

Con l'affermazione dell'Alto Adige come location cinematografica ha preso vita a livello locale un nuovo ramo dell'economia che, anno dopo anno, ha acquisito sempre più importanza. In questi dieci anni, il Fondo altoatesino per l’audiovisivo ha infatti sostenuto oltre 250 film e sono state circa 4.000 le giornate di riprese in Alto Adige.

Il Fondo altoatesino per l’audiovisivo punta alla promozione economica del territorio: per ogni euro che una produzione riceve, almeno 1,50 euro (150%) deve essere investito nuovamente in Alto Adige. Questo “Effetto Alto Adige” genera quindi un valore aggiunto per l'Alto Adige. Dalla creazione del Fondo sono stati investiti ben 38,6 milioni di euro e generati 76,5 milioni di euro di valore aggiunto. Questo vuol dire che l'Effetto Alto Adige ha raggiunto il 198%.

Anche dal punto di vista artistico, il Fondo altoatesino per l’audiovisivo è una presenza fondamentale per l'Alto Adige e per il mondo cinematografico internazionale. Un esempio? Il film drammatico “Höhere Gewalt” del regista svedese Ruben Östlund, prodotto e finanziato in Alto Adige, nel 2014 è stato nominato per l'Oscar.