Per un futuro sempre più gustoso.

IDM elabora programmi strategici pluriennali per lo sviluppo del settore alimentare.

Il settore alimentare ricopre un ruolo particolarmente importante all’interno dell’economia altoatesina. Grazie a 16.500 aziende agricole, in Alto Adige si producono ogni anno enormi quantità di prodotti alimentari, in particolare mele, latte, vino e speck. La nostra provincia, tra l’altro, rappresenta la più grande area chiusa di coltivazione melicola d’Europa e genera il 10% della produzione continentale. La quota di prodotti alimentari destinati all’esportazione è pari al 19%, di cui il 14% consiste in prodotti agricoli.

Il ruolo di IDM

Per rimanere competitivo, il settore alimentare altoatesino deve essere ulteriormente consolidato. Di conseguenza IDM, di concerto con i rappresentanti di organizzazioni istituzionali ed economiche, sviluppa programmi strategici mirati allo sviluppo del settore e promuove progetti chiave lungo l’intera catena del valore. È così che nascono proficue sinergie con attori locali ed extraregionali nel campo della ricerca, della formazione e dell’economia in genere. Perché solo insieme possiamo garantire all’Alto Adige crescita e progresso anche in futuro. 

In quest’ottica studiamo le tendenze del futuro, monitoriamo l’andamento dei mercati e individuiamo piattaforme e programmi strategici pluriennali per supportare il settore alimentare in maniera innovativa.

Lavorare pensando al domani

Alle aziende del comparto alimentare si richiede con insistenza sempre maggiore di produrre, confezionare e trasportare secondo principi di sostenibilità. Oltre a quest’ultima però, anche la regionalità, la salute e la digitalizzazione rappresentano importanti opportunità di sviluppo per l’intero settore alimentare altoatesino.

Il mercato diventa di giorno in giorno più sensibile, e di conseguenza anche la richiesta di trasparenza nella produzione e nella lavorazione dei prodotti alimentari assume un’importanza sempre maggiore.

L’obiettivo è di accrescere sia il livello di innovazione sia il valore aggiunto. Per riuscirci è stato elaborato un piano di progetti da attuare nei prossimi tre anni e riguardanti la sostenibilità, la regionalità e una produzione alimentare sana. Tra le priorità progettuali rientra la creazione di filiere locali (produzione alimentare) per quei prodotti agricoli in cui l’Alto Adige ha uno scarso tasso di autoapprovvigionamento come ad esempio cereali, uova, piccoli frutti, noci e ortaggi. Avvalendosi di campagne pubblicitarie si punta ad aumentare la visibilità e l’apprezzamento nei confronti dei prodotti locali.

Manuela Irsara

Head Food & Wellness Innovation

Le eccellenze dell’Alto Adige

Roadmap di settore per un futuro garantito

Settore Benessere
Settore Legno
Settore Edile